Editoriale
 
Un nuovo iniziio
Dunque, si riparte. Il tempo, lunghissimo, dei litigi e delle contrapposizioni frontali all’interno della Categoria sembra essere finalmente alle nostre spalle...
Maria Luisa Campise, Direttore Press
 

Dunque, si riparte. Il tempo, lunghissimo, dei litigi e delle contrapposizioni frontali all’interno della Categoria sembra essere finalmente alle nostre spalle. I due ultimi, difficili anni dei commercialisti italiani - fatti di commissariamento del Consiglio nazionale, ripetuti rinvii delle tornate elettori, ricorsi e rancori - possono lasciare ora il posto ad un clima di ritrovata unità, che ci consenta di tornare a concentrarci unicamente sul presente e sul futuro della Professione. Da poche settimane un nuovo Consiglio nazionale è nel pieno delle sue funzioni, pronto ad affrontare le mille emergenze che incombono sui Professionisti economici italiani, purtroppo inevitabilmente aumentate ed aggravatesi con il vuoto di rappresentanza istituzionale. Sono tanti i dossier che il Consiglio dovrà gestire, tanti i fronti aperti. Tante le responsabilità di cui dovrà farsi carico. Una su tutte, che tutte le altre riassume: ridare visibilità, peso specifico e voce alle istanze dei Commercialisti. Senza approcci corporativi, ma senza dimenticare mai di ribadire che il ruolo di intermediazione da noi assolto tra contribuenti, imprese e amministrazione fiscale è svolto in favore dello Stato e che come tale va riconosciuto e rispettato. D’altro canto, come chiarisce Gerardo Longobardi nella prima intervista da Presidente nazionale concessa al nostro giornale, un fisco meno “stressante” per i Commercialisti tornerebbe utile a tutto il Sistema. Perché un fisco con regole e scadenze certe non farebbe bene solo alla qualità delle vite dei Commercialisti, ma a quella di tutti i Cittadini italiani. “Tanto lavoro da fare e poco tempo a disposizione”, dice Longobardi a Press, sottolineando il peso della sfida che lo attende e il senso della nuova stagione che si è aperta. Un tempo di impegno e rinnovamento che riguarderà anche la nostra Rivista. Nel passaggio dal cartaceo al digitale, Press ha subito un ridimensionamento, figlio soprattutto della fase travagliata vissuta dal Consiglio nazionale e alla conseguente difficoltà nel progettare il futuro. Eppure siamo convinti di due cose: che questa ormai storica voce della Categoria vada strenuamente difesa e valorizzata e che il formato digitale potrà rivelarsi nel tempo una grande opportunità. Nei prossimi mesi Press cambierà, intanto ha un Comitato di Redazione nuovo. L’obiettivo è dare maggiore attenzione all’attualità professionale e agli approfondimenti tecnici, in una un’interazione crescente con il sito del Consiglio nazionale e con i social network. Non abbandoneremo, però, molte delle nostre tradizionali rubriche e, soprattutto, non ridimensioneremo certo l’attenzione speciale che da sempre riserviamo alla vita e alle attività di tutti gli Ordini territoriali, avamposto dei Commercialisti in ogni angolo del Paese. Siamo insomma impegnati in un percorso di ridefinizione del nostro profilo editoriale. Un impegno allo stesso tempo gravoso ed entusiasmante, che avrà come stella polare un’idea di servizio e di informazione per la Categoria che dovremo rafforzare e meglio esplicitare, affinché il rapporto che ci lega ai nostri lettori diventi sempre più stretto. 

Condividi su:      

N. 9 - Settembre 2014
 
Editoriale
Dunque, si riparte. Il tempo, lunghissimo, dei litigi e delle...
 
 
People
“Fisco e giustizia civile - spiega il neo Presidente del Consiglio...
 
 
Per il Vice Presidente del Consiglio Nazionale, “occorre creare...
 
 
Il Ministro della Giustizia illustra le finalità della riforma...
 
 
CNDCEC Report
In primo piano: Semplificazione, MEF, Arbitrato e Negoziazione...
 
Pagine < 1 > di 1
Articoli per pagina
© Copyright 2010  CNDCEC  - Piazza della Repubblica n. 59 - 00185 Roma - CF e P.Iva 09758941000 Tutti i diritti riservati Note legali  - Privacy
info@commercialisti.it  | consiglio.nazionale@pec.commercialistigov.it  | credits