Editoriale
 
Usura ed anatocismo
Il rapporto con le banche costituisce oggi il vero nervo scoperto di un’economia che è in grande crisi ma che, soprattutto, vede soffocata qualsiasi ipotesi di ripresa da un vero e proprio sistema vessatorio. ..
Maria Luisa Campise, Direttore PRESS
 

Il rapporto con le banche costituisce oggi il vero nervo scoperto di un’economia che è in grande crisi ma che, soprattutto, vede soffocata qualsiasi ipotesi di ripresa da un vero e proprio sistema vessatorio. 
Per un verso, i ’rubinetti’ dell’erogazione del credito sono stati quasi completamente chiusi; per l’altro, molte banche continuano a mantenere un atteggiamento estremamente burocratico, a volte quasi protervo e, comunque, del tutto lontano dagli standard europei del mercato.
L'acuirsi della crisi ha messo in evidenza, poi, le principali e più comuni anomalie normative e contabili praticate dal sistema bancario, quali, in particolare, l'anatocismo e l'usura. Dall'analisi fatte nell'ultimo triennio su un campione di diverse migliaia di conti correnti analizzati è emerso, infatti, che oltre il 90% dei rapporti risulta essere oggetto di usura o anatocismo (la maggior parte delle volte entrambe). E, aspetto ancora più grave, sono colpiti da questo fenomeno anche i mutui per l’acquisto delle abitazioni (87%).
Si tratta di dati veramente allarmanti. Fortunatamente i numerosi interventi legislativi e giurisprudenziali in materia - tra le quali, si ricorda, la sentenza Corte di Cassazione, n. 350/2013, secondo la quale, nel calcolo ai fini della legge anti-usura n. 108/1996, devono essere presi in considerazione tutte le spese e le voci di costo relative all’erogazione di una somma di denaro in prestito, compresi gli interessi di mora -, hanno aperto la possibilità per numerosi cittadini di ottenere la restituzione degli interessi non dovuti già versati e corrispondere per il futuro la sola quota capitale.
Ovviamente in tema di contenzioso, in generale, e di quello bancario, in particolare, è quanto mai necessario riscontrare con certezza le anomalie che vengono poste in essere e valutare il percorso più efficace per vedere riconosciuti i propri diritti.
Proprio per questo abbiamo voluto dedicare questo ultimo numero di dicembre di Press all'anatocismo e usura bancaria, con particolare riferimento ai possibili strumenti giudiziali e, soprattutto, stragiudiziali che in tale ambito ci si può avvalere per poter ricostruire in modo funzionale il rapporto banca-cliente.
La situazione delle famiglie e delle aziende non è facile, non lo è ormai da troppo tempo e noi professionisti abbiamo il dovere di continuare a mettere in campo tutte le nostre competenze per contribuire a far superare loro le difficoltà del momento.
Certamente anche i professionisti vivono un momento non facile. Se agli effetti devastanti della crisi che sta investendo l'intero Paese, aggiungiamo quelli derivanti dalla mancanza per un anno intero di una guida politica della nostra Categoria, lo scenario diventa ancor più sconfortante.
Gli eventi degli ultimi giorni, però, ci devono far bene sperare per un nuovo anno migliore. La nostra battaglia sull’equipollenza tra il percorso formativo per l’accesso alla professione di commercialista e quello per lo svolgimento della funzione di revisore legale, grazie anche all'intervento determinante ed autorevolezza del Commissario Straordinario del Cndcec, Giancarlo Laurini, è stata vinta. Auguri a Tutti

Condividi su:      

N. 12 - Dicembre 2013
 
Editoriale
Il rapporto con le banche costituisce oggi il vero nervo scoperto...
 
 
L'Intervento
Sono quattro gli strumenti, in genere poco costosi, che possono...
 
 
La continua evoluzione normativa, giurisprudenziale ed applicativa...
 
 
Ordini Territoriali
L’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili...
 
 
CNDCEC Report
Soddisfazione della Categoria per l’approvazione al Senato dell’emendamento...
 
Pagine < 1 > di 1
Articoli per pagina
© Copyright 2010  CNDCEC  - Piazza della Repubblica n. 59 - 00185 Roma - CF e P.Iva 09758941000 Tutti i diritti riservati Note legali  - Privacy
info@commercialisti.it  | consiglio.nazionale@pec.commercialistigov.it  | credits